#Experience

Tutto su Sestri Levante, la città dei due mari

sestri levante

Avete intenzione di fare una breve vacanza a Sestri Levante? Prima di partire, fatevi una cultura!

La “città dei due mari” – a est di Genova, nella Riviera ligure di levante  – viene chiamata così per via delle due baie su cui si affaccia il centro storico.

La prima è la Baia delle Favole. Il suo nome è ispirato dallo scrittore danese Hans Christian Andersen.

La seconda è la Baia del Silenzio: è più piccola, ma molto caratteristica.

A un passo dal mare e dalle colline

Oltre alla parte antica, la città si compone di edifici più moderni che non si trovano sull’istmo, ma occupano una piana si estende tra il mare e le colline.

Questo perché Sestri è sì spiaggia, ma anche entroterra, e sono molti i turisti che decidono di partecipare a sessioni di trekking nella vicina Val Pretonio, zona di magnifici ulivi e castagni.

Sestri, una storia che parte da lontano

La storia di Sestri è molto antica e va fatta risalire ai Liguri, l’antico popolo che abitò gran parte dell’Italia centro-settentrionale e si ritiene anche alcune zone della Francia e della Penisola iberica.

La vecchia Sestri Levante si fondava interamente su un’isola che, molto tempo dopo, fu unita alla terraferma dall’istmo, di origine alluvionale.

Importante in età romana come snodo commerciale, subì un’importante espansione durante il Medioevo.

Fu assediata sia dai lucchesi – che furono sconfitti – che dai Visconti, che invece riuscirono a conquistarla.

Fu inglobata nel Regno di Sardegna nel 1815 e in quello d’Italia nel 1861.

Gli edifici storici e religiosi

Gli edifici storici e religiosi di Sestri Levante ricordano solo in parte quest’antichissima storia.

La chiesa più antica della città è San Nicolò dell’Isola, che risale al 1151. Notevoli le lapidi a lato dell’edificio, che risalgono al Medioevo.

Molte le chiese edificate nel corso del XVII secolo, come quella dell’Immacolata Concezione e quella di San Pietro in Vincoli.

Mentre tra le costruzioni civili sono da segnalare Palazzo Durazzo-Pallavicini, sede del Comune, Villa Brignole-Balbi, con il suo bellissimo giardino all’italiana, e Villa Durazzo-Solari-Serlupi (anche nota come Villa Rimassa), edificio seicentesco che ospitò, nel 1784, l’imperatore Giuseppe II d’Asburgo-Lorena.

Cosa fare e vedere a Sestri Levante

Okay, tutto questo è molto interessante: ma cosa fare e vedere a Sestri Levante?

Expedia magazine ha preparato una lista di dieci attività da compiere in questa perla della Liguria!

Topics: , #Experience