Viaggi avventura

Nuova attrazione per chi viaggia in Messico: inaugurato un ponte da record in Sierra Madre

Il 6 gennaio 2012, in occasione dei festeggiamenti per il 200° anniversario dell’indipendenza del Messico dalla Spagna, il presidente messicano Felipe Calderon, alla presenza dei giudici del Guinness dei primati, ha inaugurato il ponte sospeso, ad oggi più alto del mondo.
Una nuova attrazione che porterà chi viaggia in Messico a soffermarsi ad ammirare quest’opera da Guinness for record, strabiliante e spaventosa allo stesso tempo per la sua incredibile imponenza.

Questo nuovo collegamento si chiama Baluarte Bicentenaria e si trova nella Sierra Madre Occidentale nel Nord del Messico, in una valle conosciuta come la spina dorsale dell’inferno, è lungo 1.124 metri e largo quattro corsie. Ma la caratteristica che gli ha consentito di ricevere la certificazione da Guinness dei primati è certamente la sua altezza; precisamente è sospeso a 403 metri dal fiume sottostante.

“Quest’opera unirà le popolazioni del nord del Messico come non era mai stato fatto”, ha affermato il presidente Calderon, infatti si tratta di un’infrastruttura strategica per la zona, che collega le città di Durango (nella zona centrale) e Mazatlan (sulla costa Pacifica) che ridurrà il tempo di percorrenza dei viaggi in Messico in questa zona di circa 6 ore.

Un’infrastruttura necessaria, quindi, per agevolare i collegamenti interni nel Messico, ma anche una nuova opera architettonica che può catalizzare l’attenzione dei viaggiatori, desiderosi di voler percorrere 1000 metri di strada da record sospesi nel vuoto.