#Sapevatelo

Copenaghen: un viaggio nel design

Copenaghen un viaggio nel design

Copenaghen è una delle città d’Europa più belle e particolari da visitare. Qui si ha un perfetto mix tra innovazione e tradizione. Il design e le linee di palazzi antichi si mixano perfettamente con palazzi innovativi ed ultramoderni, il tutto attorniato da atmosfere tranquille e serene.

Aggiudicandosi il primo posto nella “Classifica della Felicità” come maggior città sostenibile nel 2016 e due anni prima come la capitale più “Green” d’Europa, Copenaghen è un perfetto connubio tra la tradizione della monarchia più antica d’Europa e l’architettura moderna d’avanguardia dei primi anni ’90 del secolo scorso.

Le cose da vedere a Copenaghen sono numerose e molto, dipende dal vostro tempo a disposizione.

Se cercate un itinerario più classico, vi rimandiamo ad un buon post pubblicato dal portale Expedia che suggerisce di visitare la città in 20 mosse.

Se invece desiderate qualcosa di più specifico, noi di Viaggiomania proponiamo una visita alla metropoli danese improntata sul puro design che la caratterizza. Partiamo:

5 edifici iconici da non perdere a Copenaghen

1. The Blue Planet, ovvero l’acquario nazionale, è un edificio a linee armoniche che sembrano mascolarsi tra  il cielo della costa dell’Øresund. La struttura è stata realizzata da 3XN, simile ad una onda ospita l’acquario più grande d’Europa

2. Danish Maritime Museum/Museo Marittimo della Danimarca è qualcosa di straordinario, inaugurato nel 2013, l’edificio è sotterraneo ed è stato progettato da Bjarke Ingels, particolarmente bello ed affascinante da scoprire e vedere.

3. The Wave ovvero L’Onda (Bølgen) situata nel fiordo di Vejle. Un affascinante struttura archirettonica è in realtà un edificio residenziale.  The Wave è progettato dallo uno studio Henning Larsen Architects.

4. The Elephant House, la Casa dell’Elefante è lo zoo progettata dall’architetto britannico Norman Foster.

5. Il museo Ordrupgaard Art, realizzato su uno studio progettuale di Zaha Hadid.  Si tratta di un museo interamente dedicato   all’arte del XIX e XX secolo, sito a Chartottenlund,  a pochissimi chilometri a  nord di Copenaghen. La parte antica e centrale del museo è una villa dei primi del novecente mentre la nuova estensione e la magnifica realizzazione di un progetto di Hadid.

3 luoghi storici da non perdere a Copenaghen

1. La Statua della Sirenetta è da vedere. É il simbolo di ci Copenaghen, Si tratta di una statua realizzata nel 1913 dall’artista Edward Eriksen su richiesta di Carl Jacobsen.

La sua storia è particolare ed affascinante un po’ come il monumento.

Si racconta che Jacobsen, ideatore della birreria Carlsberg  una  rimane affascinato dallo spettacolo teatralea Sirenetta e ne richiede subito la realizzazione.

La modella a cui si è ispirato Eriksen è la moglie di Jaconbsen. Oggi purtroppo a causa dei numerosi atti vandali ci si può ammirare una coppia della statua.

2. Castello di Rosenborg  si tratta di uno dei palazzi storici più belli d’Europa.  Il suo stile è quello del rinascimento olandese. Realizzato su richiesta di Cristiano IV da Hans van Steenwinckel e Bertel Lange , noti architetti dell’epoca.

La sua prima realizzazione è datata 1606. Nei secoli a seguire viene ampliato ed utilizzato  come residenza reale.

Dal 1833 iil castello e i suoi giardini sono aperti al pubblico. I giardini “Kongens Have”,  giardini del Re,  realizzati intorno il castello  sono una meta deliziosa e romantica.

Nel castello vengono conservati i gioielli della Corona.

3. Palazzo Christinansborg, situato nella piccola isola di Slotsholmen, è la sede attuale del Parlamento danese, della Corte Suprema e del Ministero dello Stato.

Si tratta di un bel palazzo elegante e raffinato. Si possono ammirare le Stanze dei Ricevimenti Reali, la Stanza della Torre e la Stanza Ovale del Trono ed anche gli arazzi della regina.

Luoghi per amanti del design a Copenaghen

La bella e frizzante Copehaghen è il paradiso per gli amanti del design. Se si passa sulla Bredgade si possono osservare case d’asta, antiquariati ed ovviamente il mitico Design Museum, costruito in stile roccoco arricchito però da tantissime collezioni.

Proseguento poi sull’Hans Christian Andersens Boulevard si deve fare tappa al Dansk Design Center.

Nei pressi dl porto ci si deve fermare alla  Galleri Feldt, show-room dell’omonima ’azienda creatrice dei pezzi d’arredo Juhl. Nei paraggi poi anche la show room di Erik Bagger.  Se poi si è dei veri appassionati di design si può ammirare l’hotel l’Alexandra, arredato con pezzi vintage firmati dai maestri dello stile come Jacobsen, Dietzel, Juhl o Wegner.

In città si possono fare acquisti straordinari: una tappa da Hay,  edificio d’epoca sulla Østergade, si trovano bellissimi pezzi anni 50.

Affascinanti ed uniche anche le vetrine di Illums Bolighus un palazzo di quattro piani completamente dedicato allo stile scandinavo.

Per gli amanti del vintage uno stop da Décor, sulla Romersgade, è consigliato così come un caffè al Royal Cafè.

Topics: , #Sapevatelo